Off
Ultimi arrivi
Prezzo 31,90 € Prezzo base 45,57 €
-30%
Prezzo 102,90 € Prezzo base 147,00 €
-30%
Prezzo 72,90 € Prezzo base 104,14 €
-30%
Prezzo 53,90 € Prezzo base 71,87 €
-25%
Offerte Speciali
Che cos'è la masturbazione?

Che cos'è la masturbazione?

Che cos'è la masturbazione

La masturbazione è una pratica di autoerotismo sia maschile che femminile, che comporta la manipolazione degli organi genitali, di solito con il supporto di fantasie erotiche. Si tratta di un fenomeno particolarmente diffuso tra gli adolescenti, che spesso ne abusano in preparazione alla più completa attività sessuale della vita adulta.
La sua incidenza è di oltre il 90% per gli uomini, mentre del 70-80% per le donne, probabilmente come conseguenza del fatto che, nel sesso femminile, questa pratica viene vissuta con una maggiore vergogna. Considerata spesso come una forma di perversione comportamentale determinata da disturbi della sfera psico-emotiva, oggi viene accettata con minori riserve e giudicata un'anomalia unicamente qualora denoti inibizioni sessuali nell'ambito della vita di coppia. Anche se questa pratica non arreca alcun danno fisico all'organismo, provoca piuttosto l'insorgenza di sensi di colpa derivanti dalla mentalità punitiva di solito collegata all'atto di masturbarsi, un'azione che continua a creare disagio ed imbarazzo e che in alcuni casi può addirittura danneggiare le normali prestazioni sessuali.

Che cos'è la masturbazione maschile

Partendo dal presupposto che la masturbazione, nella maggior parte dei casi, non si rivela assolutamente vincolante nei riguardi della vita sessuale di coppia, è necessario chiarire che tale pratica autoerotica può avere anche conseguenze benefiche per l'organismo in quanto consente di allentare la tensioe accumulata e di eliminare parte delle sensazioni stressogene che spesso condizionano l'esistenza.
In questo senso, la masturbazione svolge efficacemente la funzione di scaricare ansia, irrequietezza e nervosismo; inoltre si rivela molto utile anche per la salute dell'apparato riproduttore maschile.
Secondo una ricerca scientifica effettuata dal National Survey of Sexual Health presso l'Università dell'Indiana, oltre il 20% degli uomini di età compresa tra venticinque e trenta anni ricorre alla pratica dell'autoerotismo almeno 2-3 volte alla settimana, con una tendenza alla diminuzione di frequenza durante l'età adulta.
Altri studi comparati sono giunti alla conclusione che circa il 40% degli individui di sesso maschile si masturbino ogni giorno, anche se tali dati assumono una rilevanza giudicata eccessiva.
Secondo risultati derivanti da inchieste effettuate presso l'Università di Harvard, gli uomini che ejaculano cinque o più volte alla settimana hanno minore probabilità di sviluppare un tumore alla prostata, in quanto l'emissione di sperma è sempre unita a liquido prostatico, ed il suo ricambio impedisce l'insorgenza di processi infiammatori.
Inoltre sembra che la masturbazione provochi un aumento nella produzione di testosterone, che è un ormone sessuale maschile coinvolto in numerosi processi metabolici dell'organismo.
Il beneficio maggiore è comunque rappresentato dal massaggio prostatico che viene effettuato durante la pratica autoerotica e che consente di mantenere in ottimo stato questa ghiandola.
Pertanto l'autoerotismo maschile è un'azione che non produce danni di alcun tipo, ma al contrario può addirittura essere vantaggiosa per la salute del corpo e dello spirito, a patto che non assuma carattere di compulsività.
La masturbazione non dovrebbe comunque mai sostituirsi ad una regolare attività erotica di coppia, poiché in tal caso potrebbe rappresentare un segnale da non sottovalutare, indice di un profondo disagio psichico.

Che cos'è la masturbazione femminile

La masturbazione femminile comprende tutte quelle azioni di sfregamento e di palpazione degli organi sessuali della donna che portano all'insorgenza dell'orgasmo. Nonostante tale attività autoerotica sia ancora collegata all'idea del proibito e del tabù, la masturbazione assume un ruolo importante anche nella vita erotica delle femmine.
Innanzi tutto collabora a regolarizzare l'attività degli ormono sessuali che vengono coinvolti in numerosi processi metabolici e funzionali dell'organismo; inoltre mantiene in salute la vagina e tutto l'apparato uro-genitale; stimolando la sintesi di endorfine può agire come blando antidolorifico ed antistress in caso di persistenti tensioni emotive; infine svolge un'efficace attività benefica a livello della sfera psico-emotiva, contribuendo ad aumentare l'autostima e la sicurezza in sé stessa e mantenendo un maggiore equilibrio comportamentale.
In alcuni casi, questa pratica autoerotica funziona anche come sonnifero, garantendo sonni tranquilli ed ininterrotti; in altri casi stimola la funzione intestinale, minimizzando gli episodi di stitichezza occasionale.
Come per l'uomo anche per la donna, la masturbazione non deve mai sostituirsi al coito in quanto, in tal caso, potrebbe indicare la presenza di problematiche relative alla sfera sessuale.
Risulta di grande importanza la conoscenza anatomica che ogni donna deve avere del proprio apparato genitale; ad esempio non sempre è facile localizzare le zone erogene, come clitoride e punto G, che rappresentano le aree tattili la cui stimolazione provoca l'insorgenza dell'orgasmo.
Una conoscenza approfondita del proprio corpo assicura alla donna di raggiungere il piacere in maniera fisiologica, senza alcuna forzatura né intervento di oggetti di alcun genere.

Qual'è il ruolo della masturbazione

Da quanto sopra esposto è facilmente intuibile che la masturbazione è una pratica che può offrire numerosi benefici fisici sia all'apparato genitale maschile che a quello femminile; ma soprattutto che svolge un'importante supporto psicologico in molte situazioni ansiogene oppure di stress prolungato.

Tutti i commenti